Il Tartufo della Valle del Balbano

Il territorio di Cantiano, per le sue caratteristiche geologiche e climatiche, è l'habitat perfetto per lo sviluppo di varie specie di tartufo. Questa zona costituisce così, naturalmente e storicamente, un alto luogo di raccolta del tartufo.

TUBER MAGNATUM PICO  noto volgarmente come “TARTUFO BIANCO PREGIATO

DESCRIZIONE
Il tartufo bianco pregiato è un prodotto della terra in cui l'Italia vanta l'esclusività mondiale. Le zone di maggiore produzione sono ubicate nelle Marche e in Umbria. Raggiunge le maggiori dimensioni tra i tartufi commestibili, superando talora il peso di un chilogrammo.
Emana un forte odore caratteristico, superiore a qualsiasi altra specie di tartufi. Presenta buona digeribilità e sapore ottimo che si altera con la cottura, per cui è consumato quasi sempre alla stato fresco.
RACCOLTA : In autunno fino all'inizio dell'inverno

A CANTIANO
Detto “TARTUFO BIANCO PREGIATO DELLA VALLE DEL BALBANO”, è il protagonista della manifestazione “Il Bicchiere della Staffa” che si svolge nel centro storico il secondo sabato di ottobre in concomitanza con la Mostra Mercato del Cavallo e Rassegna Cavallo del Catria

TUBER ALBIDUM PICO o TUBER BORCHII VITT. – noto volgarmente come “Bianchetto”

DESCRIZIONE
Il bianchetto ha dimensioni variabili da quelle di una nocciola a quelle di una susina. Emana un odore poco intenso. Ha un sapore relativamente mediocre ed è poco digeribile per cui risulta piuttosto scadente in fatto di commestibilità.

RACCOLTA: Da gennaio ad aprile

A CANTIANO
Lo si trova principalmente negli stessi ambienti ove sviluppa il Tuber Magnatum.

TUBER MELANOSPORUM VITT. – noto volgarmente come “TARTUFO NERO DI NORCIA” o “DOLCE”

DESCRIZIONE
Emana un profumo intenso e gradevole. E' dotato di un ottimo sapore che si esalta con la cottura. Ha una buona digeribilità. Tali caratteristiche lo rendono uno dei tartufi più pregiati. Ha dimensioni che variano da quelle di una noce a quelle di un arancia.

RACCOLTA: Da dicembre a marzo.

A CANTIANO
La fascia altitudinale in cui vegeta questo tartufo nero pregiato varia da m. 300 a m. 1000 s.l.m. e lo si trova particolarmente nelle zone di Chiaserna e del Monte Catria.

TUBER AESTIVUM VITT. – noto volgarmente come “SCORZONE”

DESCRIZIONE
Emana un debole profumo ed ha sapore grato. E' commestibile ma di scarso valore. Ha dimensioni che variano da quelle di una noce a quelle di una arancia.

RACCOLTA: Da maggio a dicembre.

A CANTIANO
E il protagonista della Sagra del Tartufo che si svolge ogni 17 agosto nella Fraz. SAN CRESCENTINO di Cantiano, dove si sono sviluppati, negli anni, numerosi impianti autorizzati di tartuficoltura.

 

QUANDO E DOVE TROVARE IL TARTUFO A CANTIANO?

I ristoranti:
I prodotti del sottobosco sono da sempre alla carte dei ristoranti di Cantiano, tradizionalmente maestri nell'arte di armonizzare i menù al ritmo delle stagioni.

Visitate i nostri ristoranti su: www.comune.cantiano.pu.it

Gli eventi gastronomici:

La Piazza del Gusto - Ogni 1° weekend di Maggio
Evento enogastronomico di qualità che mette in scena il Pane di Chiaserna e prodotti tipici umbro-marchigiani.

La Sagra del Tartufo - Loc. San Crescentino – 2 sett. agosto
Grande festa del tartufo estivo nel cuore della stupenda cornice dei monti della Valle del Balbano.

Il Bicchiere della Staffa- Secondo sabato di ottobre
Questa manifestazione introduce la Mostra Mercato del Cavallo e Rassegna Cavallo del Catria. I ristoranti di Cantiano scendono nel centro storico di Cantiano per proporre assaggi e menù a base di Tartufo Bianco pregiato della Valle del Balbano.

Fonte : “Funghi epigei e ipogei” – Appunti per il conseguimento dell'abilitazione alla ricerca e alla raccolta dei funghi e dei tartufi” Amministrazione Provinciale di Pesaro